Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘eutanasia’

L’amore che c’è alla Casa dei risvegli Luca De Nigris
Pubblicato da Massimo Pandolfi Mer, 05/05/2010 – 18:12
Conosco da tempo Fulvio De Nigris e Maria Vaccari, ma non avevo ancora visitato, direttamente, la loro Casa dei Risvegli Luca De Nigris a Bologna. L’ho fatto stamane. Luca era il figlio di Fulvio e Maria ed è morto giovanissimo: finito in coma, non si è più risvegliato. Da quell’esperienza, così tragica, così dolorosa, Fulvio e Maria hanno trovato la forza di creare una struttura che fa del bene a tanta gente, bolognese e no. E questa è la dimostrazione di come la realtà, ogni realtà _ anche questa più subdola che ti toglie via un pezzo di cuore privandoti di un figlio _ può sempre e comunque portare qualcosa di buono.Alla Casa dei Risvegli arrivano persone (spesso giovani) reduci da incidenti stradali o da ictus: spesso stati vegetativi che poi non sono quasi mai veri e propri stati vegetativi, ma esseri umani in condizione di minima coscienza.Mi ha colpito, alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris, l’attenzione per i particolari e la cura del paziente e anche della sua famiglia. Non ci sono ordinarie stanze ospedaliere: no. Già il nome è diverso: sono stati ribattezzati ‘moduli abitativi’. Sono in sostanza dei miniappartamenti, dei monolocali attrezzati anche con cucina e ovviamente un ampio bagno (con tutte le necessità per un disabile). Nel locale ci sono attrezzature tecniche all’avanguardia. un divano letto per un familiare che può fermarsi insieme al suo caro quando e come vuole e poi le foto, tante foto. Le foto di queste persone prima della malattia. Alessandro Bergonzoni, che è il testimonial della Casa dei Risvegli, ha dato un nome a questi moduli abitativi: (altro…)

Read Full Post »

Giornata dei risvegli, il messaggio del Papa

“Susciti una riflessione sul dono della vita”

Il telegramma spedito all’associazione bolognese “Gli amici di Luca”, voluta dai genitori di Luca De Nigris, scomparso a 15 anni nel 1998 dopo 240 giorni di coma. Il presidente Napolitano ha concesso l’Alto patronato

Giornata dei risvegli, il messaggio del Papa "Susciti una riflessione sul dono della vita"

Il Papa scrive all’associazione bolognese “Gli amici di Luca” in occasione della Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma, in calendario, il 7 ottobre. ”Il Sommo Pontefice rivolge un beneaugurante pensiero, auspicando che l’importante evento susciti una proficua riflessione sul dono della vita e incoraggia l’associazione a proseguire il suo cammino”.

E’ il saluto di Papa Benedetto XVI fatto pervenire, con un telegramma inviato dal segretario di Stato vaticano cardinale Tarcisio Bertone, all’associazione voluta dai genitori di Luca de Nigris, ragazzino bolognese rimasto in coma per 240 giorni e scomparso a quindici anni nel 1998, e che nel 2004 ha inaugurato presso l’ospedale Bellaria la “Casa dei Risvegli” a lui dedicata, un centro innovativo di riabilitazione e di ricerca. Alle parole del Pontefice si sono aggiunte quelle del cardinale di Bologna Carlo Caffarra che ha parlato dell’opera dell’associazione come ”un’alta testimonianza al valore della persona e della vita umana, di cui la società di oggi ha cosi’ urgente bisogno”. (altro…)

Read Full Post »

Io, Melazzini, Ron, Bergonzoni: entra anche tu nel club ‘L’inguaribile voglia di vivere’

Pubblicato da Massimo Pandolfi Gio, 29/04/2010 – 12:29

‘L’inguaribile voglia di vivere’ è il titolo di un mio libro, pubblicato nell’estate del 2007.’L’inguaribile voglia di vivere’ è una frase che mi ha pronunciato anni fa in un bar di Reggio Emilia Mario Melazzini, medico, malato di Sla. L’inguaribile voglia di vivere è diventato lo stendardo attorno a cui si è costruita una rete di amicizie straordinaria. Amicizie sincere e vere, nate in questi anni un po’ in tutta Italia. Ora l’inguaribile voglia di vivere è diventata anche un club. (altro…)

Read Full Post »

France shows it can deal with death

Britain would do well to follow the French example and pay people who take time off to look after a dying relative or partner

Andrew Brown – guardian.co.uk, Wednesday 17 February 2010 10.00 GMT

The French state is not famous for sensitivity and tact, but this morning the parliament voted unanimously for a remarkably imaginative measure to make dying easier there. People who take time off to look after a relative or partner close to death will be entitled to an payment of €50 (£44) a day for 21 days. At a time when English politicians argue about a death tax, the French have got on and established a subsidy for the dying. (altro…)

Read Full Post »

Life is sacred – don’t downgrade it

In our reaction to the Gilderdale case, it is easy to forget that suffering and self-sacrifice are part of a truly humane society

o MR Hall
o guardian.co.uk, Friday 29 January 2010 09.00 GMT

The past week has seen one mother, Frances Inglis, jailed for life for murdering a son who was in a persistent vegetative state, and another mother, Kay Gilderdale, acquitted of the attempted murder of her daughter, whose suicide she assisted. The juries in the two cases seem to have been persuaded to their different verdicts by the absence or presence of consent on the part of those killed. Thomas Inglis was unconscious, so had no influence on his mother’s actions; Lynn Gilderdale pleaded for her mother’s help in ending her life. (altro…)

Read Full Post »

Documento redatto da Elisabetta Calari e approvato dall’esecutivo del Pd di Bologna – ultimo paragrafo.

————————————————————

Emilia-Romagna regione dei diritti civili
Non può esservi effettiva dignità umana se non è garantita a tutti la capacità di esercitare i propri diritti civili e sociali. A partire da queste premesse un Partito come quello Democratico, che voglia rappresentare le forze progressiste del Paese, non può non mobilitarsi – costantemente – per i diritti, e per i diritti di tutti. Per i diritti civili, per i diritti sociali, per i diritti di cittadinanza.
L’Emilia-Romagna può dimostrare ancora una volta, su questi temi, di essere un laboratorio innovativo, al passo con i tempi e con la vita delle persone. La Regione ha già dimostrato questa attenzione con l’approvazione nell’attuale legislatura dell’art 48 della legge finanziaria regionale 2010, che garantisce alle coppie di fatto gli stessi diritti di accesso delle coppie sposate a servizi come casa, scuola, sanità ed ogni altro servizio pubblico o privato sul territorio emiliano romagnolo.
Inoltre, molti Comuni dell’Emilia Romagna stanno approvando delibere che consentono l’istituzione di un registro comunale per le dichiarazioni anticipate di trattamento, in modo da consentire ad ogni cittadino che lo desideri di scrivere il proprio Testamento Biologico.
Riteniamo che si debba proseguire su questa strada affinché la nostra Regione affronti con provvedimenti normativi i temi dell’omofobia, delle unioni civili e del Testamento Biologico, impegnandosi nella lotta contro ogni tipo di discriminazione.
I diritti si originano dalla rivendicazione dal basso. Ed è con una politica dal basso, di mobilitazione e lotta, che il PD può affrontare un nodo come quello della conquista della parità effettiva di dignità e diritti da parte di tutti i cittadini: un nodo ancora irrisolto nonostante più di 15 anni di sollecitazioni da parte dell’Europa. Il nostro europeismo va misurato anche e soprattutto su questi ambiti, che impattano profondamente sulla vita delle persone.

Read Full Post »

Carissimo Giuseppe,

Tu dici che rispondi alla tua coscienza, e chi sono io per giudicarla! Ma la coscienza è un buon giudice se la si imposta su pilastri saldi.
Ora, ti confesso che mi riesce talvolta difficile capire come talune tue scelte politiche collimino con quelli che mi pare di capire siano i tuoi criteri di giudizio.
Quindi passo a farti qualche domanda: (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: