Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Cina’

80 million Bibles printed in China – and counting | Christian News on Christian Today.

Annunci

Read Full Post »

 “Quando abbiamo pensato a far nascere un movimento democratico – dice Chai Ling – gridavamo che tutti gli uomini nascono uguali. Ora so e posso dire con tutta la fiducia il perché: Dio li ha creati uguali, a immagine di Lui”.

04/05/2010 12:04
CINA
Chai Ling, ex leader di Tiananmen è divenuta cristiana
La sua conversione dovuta all’impotenza nel cambiare la Cina e al dolore per gli aborti forzati che avvengono nel suo Paese con la legge del figlio unico “cento volte più violenta del massacro di Tiananmen”. L’invito ai leader cinesi di pentirsi e a scoprire il perdono di Dio.

Boston (AsiaNews) – Chai Ling, l’unica donna leader di piazza Tiannamen nell’89, si è fatta battezzare il 4 aprile scorso. Aveva domandato di essere cristiana nel dicembre 2009.
 
Il giorno del suo battesimo ella ha spiegato il motivo che l’ha portata alla fede cristiana: la sua impotenza a cambiare la Cina e il dolore a vedere tanta violenza nel suo Paese, non solo nel campo dei diritti umani e della democrazia, ma soprattutto per gli aborti forzati causati dalla legge del figlio unico, che lei definisce “un massacro di Tiananmen quotidiano, cento volte superiore e fatto alla luce del giorno”. (altro…)

Read Full Post »

Il Foglio.it › Archivio › Preghiera
25 novembre 2009

I cinesi già sono tanti, già sono laboriosi, se diventano anche cristiani noi occidentali possiamo davvero accomodarci nell’eterno riposo. Su “Nuovi cristiani d’Europa” di Lorenzo Fazzini (Lindau) scopro il fenomeno degli intellettuali cinesi per i quali Cristo è la soluzione ai problemi nazionali, altro che Confucio. “Il primato della dignità della persona umana e il valore della libertà sociale sarebbero il contributo positivo e innovativo che la religione cristiana potrebbe dare alla società cinese”. Un miliardo di cristiani farebbe della Cina la guida del mondo. I bianchi, ormai sollevati da ogni impegno, parlerebbero di fardello dell’uomo giallo, con invidia e rimpianto.

© 2009 – FOGLIO QUOTIDIANO

di Camillo Langone

Read Full Post »

MISSONLINE – 15/07/20094soldi68001

Vaticano
«Caritas in veritate», i bersagli nascosti
Gerolamo Fazzini
Viaggio nell’enciclica di Benedetto XVI a caccia di allusioni e riferimenti non citati ma ben intuibili. Con qualche sorpresa.

Prendetelo come un gioco. Serio, però. Dopo una lettura approfondita, Missionline.org si è avventurato in un’operazione rischiosa ma (ci pare) intellettualmente stimolante. E fors’anche utile: rintracciare i riferimenti ideali, i personaggi della cultura o quelli del mondo cattolico, i temi e le polemiche che – osiamo immaginare – Benedetto XVI cita indirettamente lungo il suo argomentare.

Dietro questo che a qualcuno potrà sembrare un divertissement estivo, c’è il tentativo di collocare il messaggio di Papa Ratzinger nel contesto culturale di oggi, provando a individuare nodi culturali e argomenti di dibattito tutt’altro che ignoti alla Chiesa e al Papa. Del resto, la nostra sensazione, come già abbiamo avuto modo di spiegare, è che forse non tutti quelli che hanno applaudito la “Caritas in veritate” l’abbiano realmente letta integralmente. Ecco il risultato della nostra esplorazione.

No alla “decrescita”, sì a “nuovi stili di vita”

In apertura di enciclica il Papa si dice aperto sostenitore dello sviluppo, a patto che sia a misura d’uomo. Dietro le righe è possibile individuare una presa di distanza da quanti – Serge Latouche su tutti – predicano la decrescita (“felice” o “sobria” fin che si vuole) come l’unica alternativa possibile. Il pensatore francese lo ha scritto in diversi saggi in cui lancia affronta i nodi della globalizzazione e le possibili risposte. (altro…)

Read Full Post »

BIRTHCONTROL

LO SVILUPPO E’ UNA VOCAZIONE, PAROLA DI PAPA

 di Riccardo Cascioli – Svipop.org – 11-7-2009

Un documento straordinariamente moderno e controcorrente, rispetto sia alla mentalità “mondana” sia a tanto “progressismo” cattolico. Stiamo parlando della nuova enciclica di Benedetto XVI, Caritas in Veritate, la prima enciclica sociale di questo pontificato, che originariamente doveva uscire in occasione del 40mo anniversario della Populorum Progressio di Paolo VI (1967).

Impossibile cogliere in poche righe tutta la ricchezza e di diversi punti toccati dall’enciclica, ma ci preme metterne in rilievo alcuni aspetti fondamentali.

1. La base di tutto è la “questione antropologica”. (altro…)

Read Full Post »

ourladyofchinaQuesta notizia la ho appresa da persona degna di fede, che me la raccontava quasi incredula, avendola appresa da un prelato di Algeri.
La storia è questa.
In Algeria vivono ormai diverse migliaia di cinesi (30.000 o più mi si diceva) spostatisi al seguito delle commesse aggiudicatesi in quel paese da imprese cinesi.
Spesso queste persone mettono radici, si fanno una famiglia nel paese dove li ha portati il lavoro e lì rimangono.
I vescovi dell’Algeria hanno pensato bene di cogliere l’occasione e per fare stampare e distribuire Bibbie in cinese.
Bene, ora non riescono a stare dietro alle richieste che ricevono per queste Bibbie in ideogrammi, richieste che superano di gran lunga quello che sarebbe normale attendersi in rapporto al numero dei residenti.
Pare infatti che le Bibbie prendano la via della madrepatria cinese insieme a (o tramite) gli acquirenti.

Read Full Post »

From The Timesgodwin_bible460
March 28, 2009
One billion souls to save
Christianity in China is booming. With 100 million believers, far more than the 74 million-member communist party, Jesus is a force to be reckoned with in the People’s Republic. We talk to the new faithful who love China – but love God more
Jane Macartney

A murmur of “Amen” echoes softly down a corridor in a luxury Beijing hotel. Dozens of young Chinese are gathered in a beige-carpeted conference room to listen to the word of God. After helping themselves to hot water or tea at the back of the room, they find a seat and chatter with friends. They tuck Louis Vuitton and Prada handbags under their seats, switch their mobile phones to silent and turn to listen to a young woman who takes the microphone to ask for silence and recite a prayer. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: