Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘aborto’

PENSIERI & PAROLE / Storia di Gianna, “piccola” donna contro l’aborto | raivaticano.

Annunci

Read Full Post »

Dems for Life at March | National Catholic Reporter.

Read Full Post »

Test genetici in gravidanza, caccia al feto difettoso | Inserti | www.avvenire.it.

Read Full Post »

Eugenetica ed altri malanni – o della questione antropologica come questione sociale
Alessandro Canelli | novembre 13, 2010 11:41 am

Recentemente ha fatto scalpore la frase del professore che voleva il ritorno alla rupe tarpea per eliminare i disabili.
Ma mentre imperversava il tormentone mediatico ho vissuto una somma di piccole vicende che mi hanno toccato un po’ più da vicino. (altro…)

Read Full Post »

(mie sottolineature e grassetto finale)

21 ottobre 2010
Bilancio del ruinismo per “Pane e acqua”

Il ruinismo non può essere affrontato come una parentesi o un complotto

Che bilancio fare del ruinismo, ovvero dell’applicazione del pontificato di Giovanni Paolo II in Italia?

di Stefano Ceccanti

1. Quello che si chiama cattolicesimo democratico, pur nel suo carattere molto variegato, non ha vissuto bene questo periodo e indubbiamente esistono vari e fondati motivi a supporto di un bilancio critico.

1. Ne indico sommariamente tre: un eccessivo restringimento del pluralismo interno all’arcipelago cattolico o, più esattamente della sua visibilità all’esterno; i tentativi di proseguire fuori tempo, dopo la caduta del Muro di Berlino, con una sorta di accanimento terapeutico, l’unità politica dei cattolici, rallentando il contributo dei cattolici all’edificazione del bipolarismo, a cominciare dai tentativi di frenare la spinta verso i referendum elettorali; un approccio spesso difensivo e segnato da una cultura intransigente ai nuovi problemi emergenti su vita, famiglia e bioetica con un uso eccessivo dell’argomento del pendio scivoloso contro qualsiasi ipotesi di mediazioni ragionevoli.

1. Tuttavia a me sembra doveroso che si separino queste critiche da uno schema generale molto difensivo, auto-consolatorio, che finisce spesso con l’accomunare in radicalismo spezzoni dell’area del cattolicesimo democratico a quella proveniente dal dissenso ecclesiale, fermo restando che anche quest’ultima svolge un ruolo significativo di pungolo per il fatto stesso di esistere, indipendentemente dalle posizioni sostenute. (altro…)

Read Full Post »

Planned Parenthood Attacks Obama by Michael Sean Winters on Jul. 19, 2010

Cecile Richards, the President of Planned Parenthood, sent out an e-mail letter last weekend attacking the Obama administration because it re-stated explicitly that no federal funding could be used to cover abortions as the new health care bill is implemented, except in those cases permitted by the Hyde Amendment, namely, rape, incest, or when the life of the mother is threatened. She addresses the issue of high-risk pools being set up in all 50 states and about which I wrote on Friday. (altro…)

Read Full Post »

Su scala globale la crescita demografica si sta trasformando in decrescita, euro-nipponizzandosi, a partire da Nordafrica e Sudamerica. Gli effetti della decrescita demografica si sono già visti in Europa e minano alla base la struttura del welfare e rivoluzionando culturalmente il continente.
La decrescita demografica si è dimostrata non giustificabile sul piano ecologico – si pensi al livello dei consumi inquinanti di single o DINK rispetto alle famiglie, o agli sprechi generati dal vivere da soli (riscaldamento in testa).
Mentre in Cina – esemplarmente – si è pianificato di fatto il dimezzamento della popolazione attiva nel giro di una generazione, minando alla base la crescita economica in atto.
Per non parlare del dilagare in oriente – Cina e India in testa – dell’aborto selettivo che fa coincidere il ruolo subalterno della donna con l’eliminazione fisica delle nasciture.
Forse il fare o non fare figli non attiene solo alla sfera privata…. O no?

Sole 24 Ore – 16 luglio 2010

Lo sviluppo illusorio: crescere senza bebè

di Ettore Gotti Tedeschi

Domenica scorsa, 11 luglio, la Chiesa ha festeggiato San Benedetto, patrono d’Europa. A San Benedetto, noi europei, dobbiamo la nostra identità, anche se purtroppo un po’ persa. Dobbiamo a San Benedetto le radici di quella «capacità imprenditoriale europea, di quella capacità di espansione costruttiva in altri continenti», come diceva Giovanni Paolo II. San Benedetto convertì anche i barbari di allora alle virtù del lavoro, alle scienze, alle arti. Andate al monastero di Subbiaco per capirlo. Oggi è lecito domandarsi chi siano i barbari del postmoderno.
Noi europei, per esempio, rischiamo di trovarci in una forma di nuova barbarie tecnologica-nichilista. Come scrisse Jean Guitton, «stiamo correndo il rischio di sotterrare in noi ciò che è essenziale» per fare le nostre scelte e viverle. Ma, se guardiamo indietro negli ultimi due decenni a come è stata rispettata la vita umana, la dignità della persona, il ruolo della famiglia, e guardiamo quale modello di sviluppo economico abbiamo scelto, forse dovremmo pensare che questo “essenziale” l’abbiamo già sotterrato.

Quanto alla decrescita economica prevedibile, questa non sarà voluta, come qualcuno auspica, bensì subìta, proprio come conseguenza della crescita truccata degli ultimi anni per compensare la crescita zero della popolazione nel mondo occidentale (o a sostenerne le spese). Così la prospettiva ora non è tanto di decrescita, bensì di ritorno a quella povertà conseguente alla non crescita, però corretta dal costo degli errori fatti per cercare di compensarla. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: