Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Blair’

Come possiamo cambiare il mondo

«Una delle lezioni che impariamo in modo inequivocabile dal passato dell’ Europa è che quando ci chiudiamo in noi stessi finiamo per perdere. Tanto più è vero oggi, in un’ epoca di rapida globalizzazione» Dobbiamo collaborare con chi vuole modernizzare Tony Blair Londra Ex premier della Gran Bretagna

Molti si chiederanno il motivo per cui sia così importante studiare religione ed esaminare i suoi legami con la globalizzazione. Molti gestiranno imprese proprie, saranno eletti come funzionari o ricopriranno cariche di comando e responsabilità. Si può essere cattolici, protestanti o semplicemente agnostici. Ma al di là del credo personale, si può essere efficaci senza una comprensione della religione nella sfera pubblica? Pensiamo alle notizie che ci arrivano da tutto il mondo. Il Medio Oriente per esempio. Osama Bin Laden è stato scovato, ora non è più una minaccia e dobbiamo esserne grati al presidente Obama. Ma penso sia importante sottolineare che la battaglia non è finita. Bin Laden incarnava un messaggio molto chiaro: che l’ Islam è impegnato in uno scontro radicale con l’ Occidente, che è in guerra con noi. Quel modo di rappresentare la realtà, temo, sopravviverà a Osama. (altro…)

Read Full Post »

… even though most citizens have no strong ideological commitments of any sort, when they do they care more about their religious commitments than their political ones.

… societies can’t work purely on compulsion. They need large-scale, co-ordinated voluntary action. … And you can’t have large-scale co-ordinated voluntary action without faith: a combination of self-discipline and hope in an uncertain future state.

Faith and atheism in politics

Last night, an unexpected question prompted the party leaders to ‘do God’ for the first time during the campaign

Look at the things they didn’t say about the pope last night. Cameron and Brown are both privately devout Christians. Neither mentioned this in the debate; it won’t win votes. Clegg is an atheist and said so, presumably because there are some votes in that; but he said it in a very moderate way (“I’m not a man of faith”) and balanced it immediately with the information that his wife and children are Catholics.

They all said that they welcomed the pope’s visit; that they were opposed to child abuse and all either said or suggested that they disagreed with his teachings on sexuality. It would have been quite a story had any of them said anything different. No party leaders suggested they might learn anything from the churches. The obvious question is why not. There are at least twice as many regular Mass goers as there are members of all the political parties put together. Why don’t they ask what the pope has got that they have not? (altro…)

Read Full Post »

Per non imboccare la via del radicalismo
LUIGI BOBBA*
«Le fedi religiose avranno nel XXI secolo la stessa importanza che hanno avuto le ideologie nel secolo scorso». Prendo le mosse da questa singolare affermazione dell’ex Premier britannico, Tony Blair, per inserirmi in una riflessione a più voci già sviluppatasi su Avvenire e soprattutto per lasciarmi provocare dalle parole chiare e dirette di Davide Rondoni (6 marzo 2010). Mentre un personaggio come Blair – che pure appartiene alla tradizione laburista – si spinge a fare un’affermazione così impegnativa, dall’altro lato ci sono anche nella forza politica a cui appartengo – il Partito democratico – tendenze culturali orientate a considerare la fede come un fatto da confinare esclusivamente nel foro privato della coscienza o, peggio, come ha affermato recentemente Veronesi, nella dimensione dell’irrazionale. Da cosa deriva questa incolmabile distanza? (altro…)

Read Full Post »

Rowan Williams attacks Labour over religion -Times Online.

“The trouble with a lot of government initiatives about faith is that they assume it is a problem, it’s an eccentricity, it’s practised by oddities, foreigners and minorities. ”

When asked if he believed political leaders should be more open about their religious beliefs, Dr Williams said: “I don’t think it would do any harm at all. I think part of establishing their human credentials is saying, ‘This is where my motivation comes from. I’m in politics because this is what I believe’.

“And that includes religious conviction.”

Read Full Post »

Intervista a Tony Blairblair090607468x37111efeex1 sull’Osservatore Romano

La religione ha un ruolo centrale e unico nella società e per il suo sviluppo

«Fai quel che vuoi – mi diceva la mia bisnonna – ma non sposare una cattolica. Esattamente ciò che poi ho fatto, temo»

di Giulia Galeotti

Un gentiluomo. Oltre a essere un protagonista degli anni recenti e, probabilmente, della scena internazionale dei prossimi anni, Tony Blair è un gentleman. Educato, sorridente, cortese come pochi sanno ormai essere (specie se loro-sono-loro e tu-sei-tu). E così, non solo potrai raccontare ai tuoi nipoti che il direttore in una telefonata di fine estate ti ha mandata a intervistare colui che, tre volte rieletto a Downing Street, ha ricevuto una standing ovation l’ultimo giorno in Parlamento in un Paese celebre per la sua compostezza, ma che quel qualcuno, incontrandoti davanti al registratore, ti ha fatto molte domande su chi sei e cosa fai. Tony Blair curioso di sapere dove hai imparato l’inglese e di cosa ti occupi: davvero sorprendente.

Partiamo dal suo recente ingresso nella Chiesa cattolica. Due anni fa, dopo la visita al Papa in giugno, il mondo cominciò a parlare apertamente della sua conversione al cattolicesimo. Ci può raccontare come nacque questa decisione?

Il mio viaggio spirituale è cominciato quando ho iniziato ad andare a messa con mia moglie. Poi, quando abbiamo deciso di battezzare i nostri figli nella fede cattolica. È un cammino che è proseguito per 25 anni, e forse anche di più. (altro…)

Read Full Post »

Is Obama a Secret Catholic?Obama Vatican

BY Anthony M. Stevens-Arroyo – Washington Post

Barack Obama’s July 1 speech in Zanesville, Ohio, suggested a “secret” connection to Catholicism. I say “secret” because Obama has never fully explained his work for the Catholic Church’s Campaign for Human Development in Chicago. He did say that the experience “led me into public service.” Whatever the origins of his neighborhood work in Chicago, he has offered a theology of social activism consonant with Catholic teaching. (altro…)

Read Full Post »

9 settembre 2009 – EuropaObama Vatican

La conversione cattolica di Barack Obama

Una scelta influenzata dalla morte di Kennedy

Della sua evidente sensibilità nei confronti della religione cattolica si parla già da qualche tempo.

Adesso la sua “catholic sensibility” sarebbe diventata un’adesione convinta alla chiesa di Roma, che, non appena sarà “politicamente” possibile, dovrebbe essere suggellata dal battesimo. Barack Obama diventerebbe dunque il secondo presidente cattolico nella storia degli Stati Uniti, dopo John Fitzgerald Kennedy, anche se la sua conversione non avverrebbe nel corso del suo attuale mandato, ma nel corso del secondo o, più probabilmente, quando sarà ormai un ex-presidente. Come Tony Blair, convertitosi al cattolicesimo solo dopo aver lasciato il 10 di Downing Street. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: