Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘islam’

da http://www.scuoladipolitica.it

Attenti ai diritti (anche sul burqa).

Difendere la libertà religiosa (anche sul burqa)

Salvatore Vassallo | L’altra faccia delle politiche sull’immigrazione è la tutela anche di scelte che possono non piacerci
Annunci

Read Full Post »

Impensabile per l’islam

scelto da Luigi Accattoli | 09 giugno 2010
Ataturk diceva che l’islam è la religione migliore perché è l’ultima rivelazione e perché è la più ragionevole: ecco, è proprio questo essere una religione da benpensanti che la rende diversa dal cristianesimo
di Luigi Padovese, vescovo in Turchia

La «parola» di questa settimana la prendiamo dal sangue del vescovo Luigi Padovese e riguarda proprio quel difficile rapporto con l’islam che forse l’ha portato al martirio. «Ataturk diceva che l’islam è la religione migliore perché è l’ultima rivelazione e perché è la più ragionevole: ecco, è proprio questo essere una religione da benpensanti che la rende diversa dal cristianesimo il quale, pur nella sua plausibilità, richiede di non cedere a una visione antropocentrica dove la comprensione di Dio è misurata soltanto da quanto noi possiamo pensare di lui. In fondo il mistero dell’umanità di Gesù è il mistero dell’alterità di Dio. Da questo punto di vista il dialogo con l’islam si rivela difficile, anche se va fatto»: così Padovese aveva parlato in un’intervista al Regno 2/2008. Secondo Paolo la fede cristiana – cioè il Cristo crocifisso e risolto – è «scandalo per i giudei e stoltezza per i pagani». L’ultimo martire in terra di islam ci invita ad aggiungere un terzo epiteto per gli interlocutori oggi più impegnativi: «i non credenti la considerano degna degli stupidi ma non meno tranciante è il giudizio degli ebrei che se ne dicono scandalizzati e dei musulmani, per i quali è un qualcosa che non può essere né pensato né detto».

Read Full Post »

…«durante il periodo sovietico, un credente era considerato un retrogrado, fosse esso musulmano o cristiano». Una filosofia non del tutto estinta.

Astrachan – dove i musulmani proteggono le chiese

(…) Non credo sia facile tracciare una fisionomia di Astrachan, via via definita una città di profughi, di fuggiaschi, di gente in cerca di fortuna, una specie di approdo come per i pionieri del Far West. C’è però un connotato che la contraddistingue e viene giustamente sottolineato: e cioè che nella sua storia e tra le sue mura non vi sia mai stata la servitù della gleba. Retaggio che spiega in parte anche la pacifica convivenza odierna fra le due grandi etnie e le due grandi fedi religiose della popolazione: da una parte i russi ortodossi, dall’altra i tatari musulmani. Ed è perlomeno curioso che abbia affrontato l’argomento di questo straordinario fenomeno di concordia in un luogo neutro come la Cattedrale dell’Assunzione di Astrachan, una chiesa cattolica, grazie all’incontro con suor Anna, arrivata qui dal Canada francese 13 anni or sono, e con l’imam Farid, ambedue impegnati nella propria missione. (altro…)

Read Full Post »

Vodpod videos no longer available.

 

Read Full Post »

Faith Central – Times Online – Eygpt´s “headscarf martyr”

Episodio passato sotto silenzio in Italia della donna uccisa in Germania motivi razzisti e, tra l’altro, perchè portava il velo. Fino a che punto il rifiuto del velo è libertà e fino a che punto totalitarismo?

Read Full Post »

…we should choose the right path, not just the easy path. There is also one rule that lies at the heart of every religionobama – that we do unto others as we would have them do unto us. This truth transcends nations and peoples – a belief that isn’t new; that isn’t black or white or brown; that isn’t Christian, or Muslim or Jew. It’s a belief that pulsed in the cradle of civilization, and that still beats in the heart of billions. It’s a faith in other people, and it’s what brought me here today.

We have the power to make the world we seek, but only if we have the courage to make a new beginning, keeping in mind what has been written.

The Holy Koran tells us, “O mankind! We have created you male and a female; and we have made you into nations and tribes so that you may know one another.”

The Talmud tells us: “The whole of the Torah is for the purpose of promoting peace.”

The Holy Bible tells us, “Blessed are the peacemakers, for they shall be called sons of God.”

The people of the world can live together in peace. We know that is God’s vision. Now, that must be our work here on Earth. Thank you. And may God’s peace be upon you.

Testo integrale del discorso dal Washington Post

Testo del discorso in italiano dal sito del Corriere della Sera

‘Remarkable congruence’ between pope and president on Islam

By John L Allen Jr, June 05, 200

If anyone is still puzzled about why the Vatican sat out the fuss over President Barack Obama’s appearance at Notre Dame — and more generally, why the Vatican has refused to allow its relationship with Obama to be defined by obvious differences over abortion — the president’s speech to the Muslim world yesterday in Cairo should go a long way toward clearing things up

Seen through Catholic eyes, perhaps the most striking thing about Obama’s speech is what Fr. James Massa, the U.S. bishops’ top official for inter-faith dialogue, called its “remarkable congruence” with Benedict’s own message to Muslims during his May 8-15 trip to Jordan, Israel and the Palestinian Territories (altro…)

Read Full Post »

There’s no accounting for folly, except to recognize that it’s perhaps the most endearing and creative human quality. And in the long run, it can be a lot more productive than prudent diplomacy.coolpope

New York Times – April 28, 2009

In Praise of Folly
By JOHN BERWICK

BERLIN – The Vatican spokesman Federico Lombardi has good reason to feel nervous. On May 8, Pope Benedict XVI begins an eight-day visit to the Middle East. The pope doesn’t think much of spin doctors. But when he makes waves, it’s his director of communications who has to bail water out of the boat.

The pope has already caused Father Lombardi a number of headaches. In a press conference on the papal flight to Brazil last May, Benedict appeared to suggest that legislators who support laws allowing abortions should be excommunicated. That sparked a torrid debate in the world’s largest Roman Catholic country. The furor overshadowed the whole trip. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: