Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Solidarietà’

Corriere-Bologna

L’ALTRA ESTATE

La solidarietà meglio della spiaggia – Viaggio nell’«esercito» dei volontari

Tra gli animatori dei centri per bambini anziani e disabili

Nell’immediato dopoguerra la situazione economica non consentiva le vacanze e nacque il volontariato estivo: si mandavano i propri figli in un campo solare, inizialmente erano soprattutto associazioni cattoliche e parrocchie, poi anche quelle laiche. È un fenomeno antico, che a Bologna ha un’alta concentrazione vista la coesione sociale tipica della regione». Stefano Zamagni, ordinario di economia all’Università di Bologna, non si stupisce del boom di ragazzi coinvolti in progetti di volontariato nei mesi più caldi dell’anno. Oltre 4.000 i minorenni bolognesi decisi a provare qualcosa di diverso per quest’estate confrontandosi con gli anziani di Auser Bologna o facendo compagnia ai più piccoli nell’ambito dell’Estate Ragazzi organizzata da Agio. (altro…)

Read Full Post »

Carissimi iscritti , delegati, dirigenti sindacali della Cisl di Bologna,

la Festa del 1° Maggio di quest’anno assume un valore del tutto particolare, perché si svolge nel mezzo di una crisi economico-finanziaria-sociale, tra le più pesanti degli ultimi 50 anni.Nei giorni scorsi in occasione, del presidio di lotta dei lavoratori e delle lavoratrici della FINI Compressori, ho visto persone piangere, perché rischiavano di perdere il loro posto di lavoro. Sono tornato a casa, con un “groppo” alla gola, che non è passato per tutta la notte e nei giorni successivi, perché pensavo a quelle persone continuamente, a come da un momento all’altro può cambiare la propria vita, pensavo a loro, ai loro figli e familiari .
A questo si aggiunge la costante preoccupazione che mi deriva nel ricevere molti giovani indirizzati da amici, conoscenti, iscritti, dalle parrocchie ecc…. che mi portano il loro curriculum e chiedono di lavorare. (altro…)

Read Full Post »

Di fronte alle nuove sfide, il mero aggiornamento delle vecchie categorie di pensiero o il semplice 4soldi68001ricorso a sia pure raffinate tecniche di decisione collettiva non servono alla bisogna. Occorre osare vie diverse: è questo in buona sostanza, l’invito accorato che ci rivolge la Caritas in Veritate.

Tratto dal sito di Luigi Bobba
STEFANO ZAMAGNI: “FRATERNITA’, DONO, RECIPROCITA’ NELLA CARITAS IN VERITATE”.

Uno dei segni eloquenti di questo nostro tempo è quel reiterato appello all’etica che è andato sostituendo, nel corso dell’ultimo quarto di secolo, quell’altrettanto insistente appello alla politica, tipico degli anni ’60 del secolo scorso, secondo cui “tutto era politica”. Ma la convergenza sul primato dell’etica viene a cessare nel momento stesso in cui ci si pone a ragionare di questioni etiche concrete. Come aveva osservato A. Mac Intyre nel suo Dopo la virtù (1982), l’uso apodittico dei principi etici serve solo a porre fine al dialogo etico stesso. Come a dire che la convergenza, nel dibattito pubblico, sul primato dell’etica quasi mai conduce al consenso etico.
E’ questo un punto su cui il magistero di Giovanni Paolo II si è soffermato con insistenza esemplare. Nel suo discorso alle Nazioni Unite del 5 ottobre 1995, il papa aveva insistito sul punto che è possibile intendersi sulle questioni di ordine socio-politico su una base comune condivisa perché “la legge morale universale scritta nel cuore dell’uomo è quella sorte di ‘grammatica’ che serve al mondo per affrontare la discussione circa il suo stesso futuro”. (Cfr. Insegnamenti di Giovanni Paolo II, Vaticano, 1995, p.732). (altro…)

Read Full Post »

Europa – 9 giugno 2009tetto

Tettamanzi: «Solidarietà è anche vivere con sobrietà» – Il cardinale parla del suo “manifesto per scuotere le coscienze”

Nel Natale del 2008, per rispondere alla crisi economica, ha lanciato dal duomo di Milano la proposta di un fondo di solidarietà che in pochi mesi ha raccolto più di quattro milioni e 300 mila euro. E adesso, con il libro Non c’è futuro senza solidarietà (San Paolo, 144 pagine, 14 euro), il cardinale Dionigi Tettamanzi chiede a tutti, nella sua diocesi ma anche nell’Italia intera, di immaginare il domani in modo nuovo. Il grande male è la solitudine, la speranza è nella corresponsabilità, che deve dar vita a stili di vita improntati alla sobrietà.

Eminenza, perché secondo lei non c’è futuro senza solidarietà?

Io vedo che dove c’è solitudine non c’è speranza, ma solo disperazione. E dove manca la speranza manca la vita. (altro…)

Read Full Post »

VIDEO DELL’INTERVISTA

Battuta scema nata guardandolo intervistato da Fazio …. Tettamanzolo! Prima di divertirsi, a questo link l’intervista al Cardinale apparsa su Panorama Economy e altre testate sulla solidarietà , la sobrietà e l’economia, e qui il link a quella apparsa sul Corriere della Sera su Milano che deve tornare ad essere capitale morale.tetto

Ma torniamo all’anticipo di Che Tempo Che Fa di ieri sera: la cosa veramente comica è Fazio che si sente molto intellettuale laico simil Augias a intervistare il Cardinale con sfondo di vetrate colorate di cattedrale gotica. E Tettamanzi che gli rigira le domande come pare a lui e parla di radici cristiane dell’Europa, di sepolcro vuoto di Gerusalemme, che gli dice che contrapporre individuo e famiglia ha lo stesso senso di chiedersi se è nato prima l’uovo o la gallina. Vertice del Fazio intervistatore, quando chiede a Tettamanzi di potergli fare una domanda molto personale e poi gli chiede come sia nata la sua vocazione; e Tettamanzi lo guarda come dire che domande così non gliene fanno più neanche nelle visite pastorali a Carugate. In realtà, col tono di voce sommesso e monocorde, con l’occhio perennemente socchiuso, Tettamanzi sembra tentare di ipnotizzare Fazio. Ma che Fazio sia come Pippo, ovvero troppo ottuso per essere ipnotizzato? Fortunatamente per Fazio l’ospite successivo è Totti…

Read Full Post »

chi si ispira al personalismo comunitario non può non provare un segreto brivido nel constatare quanta parte della cultura «di sini­stra » – un tempo fortemente lega­ta ad una visione solidaristica del­la vita e per questa ragione ogget­to di penetrante attenzione ambrogio-lorenzetti-effetti-del-buon-governo-in-citta-xiv-sec-sala-della-pace-palazzo-pubblico-di-sda parte del personalismo comunita­rio – si sia fatta invischiare nelle secche di quello che Mounier chiamava lo «spirito borghese» (come borghese, appunto, è il principio dell’assoluta e indiscri­minata autoreferenzialità, sul pia­no degli affari come su quello del­la vita).

Avvenire – 16 Aprile 2009

Il personalismo? Non è individualismo
Da qualche tempo a questa parte è in atto un inquie­tante processo di trasfor­mazione (o, piuttosto, di deforma­zione) del concetto di persona. Nato nei primi decenni del Nove­cento per reagire all’individuali­smo borghese (e a un’etica, quella kantiana, incentrata esclusiva­mente sul soggetto) il personali­smo si è sempre connotato, al di là dell’estrema varietà dei suoi per­corsi interni, per l’accentuazione della dimensione relazionale del­l’io: non a caso, del resto, una del­le sue più importanti ed incisive espressioni storiche è stata quella del personalismo comunitario (di Emmanuel Mounier, e non solo). (altro…)

Read Full Post »

It is really an elderly German don’s contribution to the demonstrations outside pope1the Bank of England: a bit long to fit on a placard, perhaps, but quite clearly on the side of the people outside the bank rather than those inside.

Questo un commento apparso sul Guardian (“G20: The red pope” di Andrew Brown) – di seguito il testo della lettera di Benedetto XVI a Gordon Brown

A Sua Eccellenza l’On. Gordon Brown, Primo Ministro del Regno Unito

Signor Primo Ministro,
Nella Sua recente visita in Vaticano, Ella ha voluto cortesemente informarmi sul Vertice delle 20 economie più grandi del mondo, che si terrà a Londra nei giorni 2-3 aprile 2009, allo scopo di coordinare con urgenza le misure necessarie per stabilizzare i mercati finanziari e consentire alle aziende e alle famiglie di superare il presente periodo di grave recessione, per rilanciare una crescita sostenibile dell’economia mondiale e per riformare e rafforzare sostanzialmente i sistemi di governabilità globale affinché tale crisi non si ripeta nel futuro. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: