Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘PeR’

E’ molto diffusa … una visione fondamentalista dell’autonomia individuale, concepita come regola aurea da applicare, praticamente senza limiti, alle questioni cruciali che riguardano l’inizio e la fine della vita e le relazioni umane più importanti…. Rifiutiamo questo «liberismo etico» allo stesso modo in cui riteniamo non accettabile un approccio spregiudicatamente liberista in campo economico e sociale. Tale impostazione … porta … ad affermare una vera e propria “legge del più forte”, che cancella … gli altri soggetti coinvolti: si pensi al caso dell’aborto, ove, l’autodeterminazione della gestante rischia di schiacciare la soggettività del feto …

7. Le nostre tradizioni, la scuola e il riconoscimento dei diversi simboli delle tradizioni religiose
La tradizione storica del popolo italiano – la sua cultura, la sua religiosità popolare, i suoi costumi – è un tesoro prezioso su cui costruire il futuro. L’apertura al mondo, la stratificazione e l’interazione antropologico-culturale, l’originale cosmopolitismo, la tensione verso l’universalità formano la ricchezza delle tradizioni nazionali. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

è diffusa l’idea che le leggi siano “laiche” solo se valorizzino al massimo il principio dell’autonomia individuale, anche quando quest’ultima interagisce con altri soggetti (talora ritenuti non dotati di eguale dignità). E’ necessario rendersi conto che questo modo di vedere le cose è una posizione ideologica della quale la laicità è unicamente una maschera.

…….

3. La premessa della laicità: la libertà religiosa
Una moderna laicità è invece necessaria allo Stato, alla politica e al dibattito pubblico. La laicità si manifesta innanzitutto come un metodo, una procedura per la discussione, per poi assumere la densità dei suoi contenuti. Questa dimensione contenutistica consiste nella garanzia, riconosciuta a tutti, della libertà di religione e del diritto a non essere discriminati per le proprie opinioni, anche religiose. Ma questa garanzia (di cui la laicità dello Stato è una conseguenza, piuttosto che una premessa) dipende dalla tutela del diritto essenziale di libertà religiosa e, più in generale, della libertà di pensiero. (altro…)

Read Full Post »

da Il Foglio 1 Ottobre 2008 – Discorso di Francesco Rutelli
“Voglio essere brusco” . Così Rutelli cita Lenin e Blair per spiegare perchè la globalizzazione deve avere fede
Il documento che abbiamo discusso oggi ha pregi e motivi di interesse. Non mancherà di suscitare nuove occasioni di confronto, consensi e dissensi. Partiamo da un punto: se possiamo condividere che la laicità si riassuma nell`espressione “rendete a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio”. E se sia possibile definire la laicità senza dovere aggiungere a questa parola degli aggettivi. In generale, non accade così. Nel dibattito pubblico, quando si usa questa parola, non solo si constata, giustamente, che essa ha conosciuto e conosce declinazioni storiche differenti in funzione delle vicende di diverse nazioni e culture del mondo. Ma che è difficile definirne una base concettuale universalmente riconosciuta e riconoscibile. Neppure venti giorni fa, Benedetto XVI ha compiuto una visita molto significativa in Francia, quello tra i paesi europei che ha iscritta la parola laicità nella propria Costituzione, e che ne ha declinato lungo più di due secoli un`interpretazione del tutto peculiare. Solo nel dibattito pubblico che ha accompagnato quel viaggio, si sono resi necessari diversi aggettivi per qualificare ulteriormente questa parola. Il presidente della Repubblica Sarkozy – riprendendo un`espressione già usata nove mesi fa in Laterano – ha parlato di laicità positiva. In un`intervista pubblicata in Italia, lo storico socialista Max Gallo ha detto di preferire l`espressione laicità aperta. Il quotidiano cattolico “La Croix”, negli stessi giorni, ha scritto della necessità di una laicité apaisée, ovvero pacificata, placata. Oggi è stata proposta una declinazione che giudico convincente: la laicità è innanzitutto un metodo, una procedura. (altro…)

Read Full Post »

Voglio proporre questo documento (un modo bello di fare politica, soprattutto ora) a puntate, per centellinarlo

….oggi spesso la laicità viene intesa, restrittivamente, come neutralizzazione, se non come marginalizzazione, del fenomeno religioso, relegando quest’ultimo nella sfera privata o, peggio, ritenendolo un fattore diminutivo della razionalità umana.

MANIFESTO PER UNA MODERNA LAICITÀ
1. Un tema centrale
Il tema della laicità è tornato negli ultimi anni al centro del dibattito culturale e politico – non solo in Italia – tanto che si può forse affermare che quella del rapporto fra democrazia e religione è una delle questioni più importanti del nostro tempo. Non poteva che essere così: il rapporto tra democrazia e religione è oggi il luogo in cui si mette a tema la relazione che lega l’uomo con gli altri uomini, e, al tempo stesso, con l’Altro trascendente. Quella che per i cristiani è la relazione tra la città dell’uomo e la città di Dio. (altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: