Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Omosessuali’

«La Chiesa cattolica è soltanto per i santi e i peccatori. Per le persone rispettabili va benissimo quella anglicana» (Oscar Wilde)

Annunci

Read Full Post »

Header

Qui sopra una campagna promossa dai Catholic Democrats in occasione dell’incontro tra il Papa e Obama (cliccare sull’immagine per saperne di più). Notare che Obama è ritratto con la toga indossata in occasione della laurea honoris causa conferitagli dalla Università di Notre Dame.

In preparazione all’evento Obama ha incontrato la stampa cattolica USA e Avvenire.

Il resoconto (link) in National Catholic Reporter, e quello in Avvenire. Su National Catholic Register, i partecipanti all’incontro, le opinioni espresse da Obama sui vescovi, sull’abortosull’obiezione di coscienza negli ospedali, sul Medio Oriente, sulle divisioni nel mondo cattolico, sulle proprie scelte personali in campo religioso, e sui diritti degli omosessuali.

Anche su http://www.chiesa,  Magister dedica uno spazio ai commenti alla visita e all’intervista.

Read Full Post »

Al di là delle considerazioni che ne vengono tratte, rimane una segnalazione di un altro esempio del nuovo orizzonte che si sta aprendo e che secolarismo e relativismo non possono risolvere se non in un senso incapace di accogliere le sensibilità etiche e religiose diffuse. page42_blog_entry417_summary_1

PS: rileggendo l’articolo ripenso al fatto che una cosa che noto sempre nel dibattito su Obama e le common ground politics, è che negli USA se si discute di riduzione dell’aborto si raccoglie un ampio consenso tra le parti sul fatto che è un bene ridurre la portata del fenomeno. In Europa questo non mi pare altrettanto chiaro, e non solo su quel tema….

Avvenire 4 Giugno 2009 – di Francesco D`Agostino
Matrimonio gay e obiezione di coscienza in Spagna

QUANDO IL COMPROMESSO DA` FIATO AL RELATIVISMO
Alla richiesta, motivata da ragioni di coscienza, del magistrato di Sagunto PabloDelaRubia Comos di essere sostituito da un collega nell`espletamento delle pratiche inerenti alla celebrazione di un matrimonio gay, il Tribunale supremo spagnolo ha dato una risposta fermamente negativa: il diritto ali obiezione di coscienza non ha rango costituzionale e per sussistere va esplicitamente riconosciuto dalla legge. E nel caso in questione la legge spagnola tace completamente. È evidente (anche se sulle prime può dispiacere) che la risoluzione del Tribunale appare non scorretta, non solo dal punto di vista del diritto spagnolo, ma anche in una più generale prospettiva di teoria generale del diritto. (altro…)

Read Full Post »

Quali nuovi problemi comportano le nuove richieste di “diritti civili”? Come possono convivere l’affermazione di alcuni nuovi “diritti civili” con il libero esercizio della religione? Il Pew Forum si interroga sul problema e cita, tra gli esempi, un incidente occorso in Europa. Questo che segue è un estratto dall’articolo apparso sul sito di recente:page42_blog_entry417_summary_1
With New Hampshire considering legislation that would make it the sixth state to legalize same-sex marriage, could religious individuals and institutions that oppose gay marriage be required to recognize or even solemnize these unions? Although churches and other religious organizations, including charities and schools, have typically been exempt from state and local laws prohibiting discrimination based on sexual orientation, it remains unclear how these religious institutions might be affected by new laws that require equal treatment for same-sex marriages. Indeed, such concerns prompted New Hampshire Gov. John Lynch (D) to say he would sign legislation legalizing gay marriage in that state only if lawmakers add provisions giving religious organizations the right not to recognize such marriages. (altro…)

Read Full Post »

Dal Sole 24 Ore28261028
L`articolo è un ampio stralcio del discorso che il presidente americano ha tenuto domenica scorsa all`Università di Notre Dame nell`Indiana.

Da tenere in considerazione, nella lettura, il fatto che il discorso era rivolto agli studenti – altrimenti alcuni riferimenti non si spiegano (nota mia).

La vostra generazione, giovani laureati dell`Università di Notre Dame, entra nel mondo adulto in un momento di grande rilevanza per la nostra nazione e per il pianeta: uno di quei rari punti di svolta nella storia, dove le dimensioni e la portata delle sfide che ci troviamo ad affrontare ci impongono di fare in modo che il nostro mondo rinnovi la sua promessa. (altro…)

Read Full Post »

Non ha detto niente di nuovo (un intera fetta del suo discorso riciclava un vecchio discorso che avevo già postato) ma28261028 quello che dice è oggettivamente nuovo, col suo richiamo a rispettarsi ed a lavorare per trovare il terreno comune, il common ground. Simpatizzo con la causa di quelli che hanno dissentito e con quelli che, in questa occasione, hanno protestato civilmente (finendo anche in galera) contro la legislazione attuale e l’inopportunità di quella laurea honoris causa, e anch’io attendo il presidente alla prova dei fatti (cosciente che quello che succederà farà scuola anche qui). Ma almeno da entrambe le parti c’è il coraggio di affrontare l’argomento, partendo dall’obiettivo dichiarato di ridurre il fenomeno. Mentre spesso ho la sensazione che qui da noi non si voglia neppure toccare l’argomento, di fatto sanzionandone il passaggio da tragedia depenalizzata a abusata prassi falsamente indolore. Poi Gallup diffonde dati che danno ragione a chi non ha abbassato la guardia nella battaglia culturale per la vita (vedere un futuro post).

A questo link il video del discorso completo (che ha subito in fondo poche contestazioni all’interno della sala).

Qui invece il testo completo del discorso, così come era programmato.

Read Full Post »

… the specter of fetuses being selectively targeted for elimination also down_syndromehas the potential to disturb solid supporters of abortion rights. (…) About 90 percent of women who learn they are carrying a fetus with the extra 21st chromosome that causes Down syndrome choose an abortion. Studies have shown that many women choose to abort for diagnoses of less serious conditions. (…) doctors screen embryos for a high risk of developing breast cancer or arthritis, and implant only embryos with the desired genetic makeup.
The questions may only become murkier if testing extends to traits like homosexuality or intelligence. (…) The rhetoric of “choice,” however, can take on a more troubling resonance when it comes to selecting children with new reproductive technologies, disabilities rights advocates say. “It so buys into this consumer perspective on our children,” said Marsha Saxton, a senior researcher at the World Institute on Disability in Oakland, Calif., who is an abortion rights supporter.

New York Times – May 13, 2007 – By AMY HARMON

Genetic Testing + Abortion = ???

SARAHLYNN LESTER, 32, considers herself a supporter of abortion rights. She gives money to the National Abortion Rights Action League and volunteers for Planned Parenthood.
But as a woman who continued a pregnancy after learning that her child would have Down syndrome, she also has beliefs about the ethics of choosing, or not choosing, certain kinds of children.
“I thought it would be morally wrong to have an abortion for a child that had a genetic disability,” said Ms. Lester, a marketing manager in St. Louis. (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: