Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Morte’

chi si ispira al personalismo comunitario non può non provare un segreto brivido nel constatare quanta parte della cultura «di sini­stra » – un tempo fortemente lega­ta ad una visione solidaristica del­la vita e per questa ragione ogget­to di penetrante attenzione ambrogio-lorenzetti-effetti-del-buon-governo-in-citta-xiv-sec-sala-della-pace-palazzo-pubblico-di-sda parte del personalismo comunita­rio – si sia fatta invischiare nelle secche di quello che Mounier chiamava lo «spirito borghese» (come borghese, appunto, è il principio dell’assoluta e indiscri­minata autoreferenzialità, sul pia­no degli affari come su quello del­la vita).

Avvenire – 16 Aprile 2009

Il personalismo? Non è individualismo
Da qualche tempo a questa parte è in atto un inquie­tante processo di trasfor­mazione (o, piuttosto, di deforma­zione) del concetto di persona. Nato nei primi decenni del Nove­cento per reagire all’individuali­smo borghese (e a un’etica, quella kantiana, incentrata esclusiva­mente sul soggetto) il personali­smo si è sempre connotato, al di là dell’estrema varietà dei suoi per­corsi interni, per l’accentuazione della dimensione relazionale del­l’io: non a caso, del resto, una del­le sue più importanti ed incisive espressioni storiche è stata quella del personalismo comunitario (di Emmanuel Mounier, e non solo). (altro…)

Annunci

Read Full Post »

L’ideologia …, volendo negare la realtà … e volendo affermare che quella donna non era più una crocifissodonna ma qualcosa di meno, qualcosa che non meritava più di vivere, ha incominciato a parlare di “protocolli” da applicare. Credetemi: quando le parole si fanno vaghe e indeterminate, quando le parole non richiamano più cose e persone, c’è di mezzo l’ideologia. E quando c’è di mezzo l’ideologia è in corso una discriminazione. C’è sempre un forte che discrimina a danno di un debole.
Il cristiano lo sa, lo vede, lo dice. Non ha paura della realtà perché lui sa che la realtà è già stata redenta, tutta quanta, e che lui, come cristiano, deve propriamente continuare l’opera di redenzione. Per questo è uomo della realtà. E proprio per questo suo essere uomo della realtà è perseguitato.

Ecco perché il cristiano è “l’uomo della realtà”
By Rai Vaticano | Febbraio 24, 2009
Vorrei qui sostenere una tesi e ragionarci un po’ sopra. Anche se molti sostengono il contrario, a me sembra che il cristiano sia l’uomo della realtà. E sapete da che cosa lo si capisce? Dalle parole che usa. Faccio qualche esempio. (altro…)

Read Full Post »

…secondo Tonini ”e’ il documento piu’ di sinistra della storia dell’umanita”’ un documento con una autentica prospettiva e forza rivoluzionaria.

…”la generazione di chi ha oggi 50 anni rischia di passare alla storia per non essere stata in grado di generare una nuova generazione …. E questo perche’ si sente immortale, di non avere una fine.”

Pd: Tonini, Guardare Al ‘Magnificat’ e Avere Il Senso Della Morte

Asca – Sab 27 Set – 16.20

(ASCA) – Roma, 27 set – Il ”Magnificat” forse la piu’ elevata espressione cristiana di spiritualita’ rivolta a Dio, la lode-preghiera pronunciata da Maria dopo l’annunciazione e arrivata a noi con il Vangelo di Luca, e’ stata assunta oggi come riferimento politico-programmatico. Questa proposta, inusuale in un panorama politico povero (poverissimo!) di cultura e tutto orientato banalmente al concreto del quotidiano, in forma abbastanza provocatoria e’ stata fatta dal senatore Giorgio Tonini, responsabile del settore formazione del Pd, intervenuto oggi al convegno di Assisi dei Cristiano Sociali (”I cristiani e le nuove sfide della politica:Democrazia, giustizia, bene comune”). (altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: