Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Jacques Maritain’

… mi sembra che ancor oggi nella politica italiana ci sia spesso una mancanza di laicità, cioè una confusione tra la tesi (le identità, il sistema dei valori e i progetti globali di società) e la ipotesi (il programma politico concreto e possibile, la mediazione culturale, le alleanze…). Sembra che per andare d’accordo …  occorra essere d’accordo su tutto oppure rinunciare alla propria identità.

Europa.it quotidiano – 16 ottobre 2009 – CATTO – Angelo Bertani

Politica e deficit di laicità

La costruzione del Pd si gioca su tre cose: la qualità e la coerenza della sua classe dirigente; la trasparenza e la partecipazione che saprà offrire agli aderenti; il dialogo e l’integrazione che saprà realizzare tra le culture: del cattolicesimo democratico, del socialismo riformista, del liberalismo e dell’ambientalismo. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Magris … cita Chesterton. “C’è una cosa che contraddistingue le grandi religioni dalle pacchiane superstizioni. Il loro genuino, concreto materialismo. Il Verbo si è fatto carne.”

Manifesto affisso a mille fermate dell'autobus in UK da Church Advertising Network per il Natale 2008

Manifesto affisso a mille fermate dell'autobus in UK da Church Advertising Network per il Natale 2008

Magris: ripartire da Maritain Avvenire, 28 Aprile 2009
Jacques Maritain? Non ha dubbi lo scrittore Claudio Magris: «Io credo che il filosofo francese sia più che mai attuale, col suo umanesimo integrale, con la straordinaria capacità di dimostrare la forza razionale, la laicità del pensiero religioso». Di più. Magris è convinto che Maritain sia «un grande umanista» e al tempo stesso «un grande uomo di fede». Tanto, appunto, da «far sentire con mano che tra fede e ragione non c’è nessun contrasto». A Treviso lo scrittore triestino ha ricevuto il premio Maritain, dall’istituto che porta il suo nome, in quanto dà voce, «più autorevolmente di ogni altro», all’umanesimo integrale studiato e, soprattutto, promosso dall’autore francese. Ma che cosa si deve intendere per umanesimo integrale, soprattutto nelle condizioni di oggi? (altro…)

Read Full Post »

luca-rolandi

Luca Rolandi è nato a Torino, vive e lavora nel capoluogo piemontese. Sposato e padre di tre figli, una laurea in Scienze politiche e un dottorato in Storia sociale e religiosa, è giornalista professionista. Segretario nazionale della FUCI (1989-1992), è autore di saggi su personaggi e momenti del movimento cattolico italiano.

Relazione a Rivista e il gruppo de “Il Gallo” – Il Circolo “Contardo Ferrini ” – Genova – 22 ottobre 2008

Cristiani laici oggi

di Luca Rolandi

I cristiani infatti non si differenziano dagli altri uomini, ne’ per territorio ne’ per lingua o abiti. Essi non abitano in città proprie, ne parlano un linguaggio inusitato; la vita che conducono non ha nulla di strano. La loro dottrina non e’ frutto di considerazioni ed elucubrazioni di persone curiose, ne’ si fanno promotori come alcuni, di una qualche teoria umana. Abitano nelle città greche e barbare, come a ciascuno uniformandosi alle usanze locali per quanto concerne l’abbigliamento, il vitto e il resto della vita quotidiana, mostrano il carattere mirabile e straordinario, a detta di tutti, del loro sistema di vita. Abitano nella propria patria, ma come stranieri, partecipano a tutto come cittadini, e tutto sopportano come forestieri, ogni terra straniera e’ la loro patria e ogni patria e terra straniera. Si sposano come tutti, generano figli, ma non espongono i neonati. Hanno in comune la mensa, ma non il letto. Sono nella carne, ma non vivono nella carne. Dimorano nella terra, ma sono cittadini del cielo. Obbediscono alle leggi stabilite, e con la loro vita superano le leggi. Amano tutti e da tutti sono perseguitati. Non sono conosciuti, eppure sono condannati, sono uccisi, e tuttavia sono vivificati. Sono poveri e arricchiscono molti, mancano di tutto e di tutto abbandonano. (altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: