Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Eluana Englaro’

Pubblicato da Massimo Pandolfi Gio, 10/09/2009 – 11:0604

Denunciati per Eluana, vogliono toglierci la libertà di parola

QUalche giorno fa i carabinieri sono andati a bussare alla porta di uno di voi, cioè di un amico che spesso e volentieri interviene sul blog. Questo amico era intervenuto più volte anche lo scorso febbraio, nel bel mezzo delle mille polemiche che hanno lacerato l’Italia, mentre Eluana Englaro si spegneva a Udine. Questo amico è stato denunicato per diffamazione, presumo dalla famiglia Englaro, tramite i suoi legali. I carabinieri gli hanno notificato l’atto proveniente dalla Procura della Repubblica di Lecco; almeno altre 30 persone, in queste settimane, hanno ricevuto la stessa notifica. Credo che gli avvocati del signor Beppino Englaro siano stati distratti, o forse hanno lavorato male: seguendo il loro parametro, migliaia di italiani, forse milioni, dovevano essere denunciate, altro che 30! Se lo studio legale Campeis ci dà una percentuale sul lavoro di ricerca, siamo pronti a fornire tanti altri nomi per le loro richieste di risarcimento.Scherzi a parte, arriviamo al sodo. Fermo restando che in un Paese libero chiunque può (per fortuna) rivolgersi al’autorità giudiziaria se crede di essere stato diffamato (e a sua volta deve essere pronto a pagarne le conseguenze se i giudici gli daranno torto: mica può finire sempre a tarallucci e vino) mi sembra che la questione sia insieme un po’ assurda e un po’ seria. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

The Americans know this will end in schism | Tom Wright – Times Onlineanglicanepiscopalseal-full

Il vescovo di Durham, esponente della ala conservatrice della Chiesa Episcopale-Anglicana USA vede inevitabile lo scisma dell’ala progressista e ricapitola le ragioni dell’opposizione alla ordinazione di omosessuali, ragioni che affondano nelle radici del cristianesimo. Ecco la parte principale dell’articolo:

Many in TEC have long embraced a theology in which chastity, as universally understood by the wider Christian tradition, has been optional.
That wider tradition always was counter-cultural as well as counter-intuitive. Our supposedly selfish genes crave a variety of sexual possibilities. But Jewish, Christian and Muslim teachers have always insisted that lifelong man-plus-woman marriage is the proper context for sexual intercourse. This is not (as is frequently suggested) an arbitrary rule, dualistic in overtone and killjoy in intention. It is a deep structural reflection of the belief in a creator God who has entered into covenant both with his creation and with his people (who carry forward his purposes for that creation). (altro…)

Read Full Post »

Anche se non condivido parte del ragionamento, mi pare che in questo articolo di Bertani ci sia più di un motivo di riflessione.religionandpoliticslarge

Europa, 24 aprile 2009

La strada stretta della laicità

«Molto spesso a me è capitato di pensare che per un cattolico fare politica è allo stesso tempo doveroso e impossibile. Doveroso perché essendo di questo mondo dobbiamo dare una mano allo stesso. Impossibile se immaginassimo di tradurre immediatamente nella politica i valori assoluti che ci convincono della nostra fede. In questo sta il tema difficilissimo della laicità». Così Mino Martinazzoli sul settimanale diocesano della sua città spiegava tutte le sue perplessità sulla proposta di legge sul testamento biologico, ritenendola superficiale e immatura (La Voce del popolo, 3 aprile). Aggiunge, citando il suo parroco: «La politica non può, non deve occuparsi delle domande ultime; tutt’al più delle penultime». (altro…)

Read Full Post »

A ben leggerne gli interventi si scopre che cosa Moro intendeva escludere: la sterilizzazione obbligatoria 04delle persone portatrici di handicap o di malattie ereditarie. (…) ciò che Moro voleva si vietasse con l’art. 32 erano pratiche sanitarie, imposte alla persona, che risultassero diminutive della sua integrità fisica, contro la sua volontà e che partissero dall’idea di un minus-valore della sua vita rispetto agli altri umani.

… il personalismo è altra cosa rispetto all’individualismo e che la libertà impone al singolo una serie di obblighi: essa è fonte di responsabilità. (…)

L’autodeterminazione incontra il limite della “persona umana”, intesa come essere sussistente che precede l’autodeterminazione. Non ci si può autodeterminare sulla fine della vita se non altro perché ciò significherebbe privarsi della stessa possibilità di autodeterminarsi. Esiste, cioè, una dignità come valore oggettivo, che è “opponibile” alla persona e alla sua stessa libertà, almeno in casi estremi.

No, l’articolo 32 non parla di Eluana

di Marco Olivetti – Europa 31 Marzo 2009

Nel suo intervento su Europa di venerdì, il senatore Ceccanti, dopo aver esaminato varie contraddizioni a suo avviso esistenti nell’approccio della Chiesa ai temi morali e bioetici, riconduce la posizione della CEI (e del cattolicesimo organizzato italiano) sulla questione del fine vita all’abbandono dell'”ottimismo” personalistico. Quest’ultimo, fra l’altro, starebbe dietro l’articolo 32, 2° comma, della Costituzione, voluto in Assemblea costituente da Moro e da Leone, e che – secondo Ceccanti – “garantisce un generale diritto al rifiuto delle cure, tranne per esigenze imprescindibili legate alla salute di tutti”. (altro…)

Read Full Post »

…l’offesa più grande è stata fatta verso i genitori, fratelli, amici e gruppi di volontari che si stringono attorno ai loro04 oltre 2500 cari che vivono in situazioni similari a quelle da cui è stata strappata a forza Eluana Englaro, persone che chiedono invece di essere sostenute nella loro dedizione, nella loro fatica e nella loro speranza. Tutti costoro, nel momento in cui il signor Englaro viene accolto con onore in questa città, ne sono stati, per così dire, cacciati fuori …

COMUNICATO DELL’ARCIDIOCESI DI FIRENZE

Una maggioranza, peraltro sfilacciata, del consiglio comunale di questa città ha pensato bene di dare un tono di protagonismo a un finale di legislatura perlomeno problematico, approvando la concessione della cittadinanza onoraria di Firenze al signor Giuseppe Englaro, protagonista di una delle vicende più laceranti per la convivenza civile del nostro paese negli ultimi tempi. (altro…)

Read Full Post »

clevelandindian2

NOTIZIE DALLA RISERVA INDIANA

Da sempre lo scopo della mia vita, come medico e politico, è quello di prendermi cura delle fasce più disagiate. Concordo con la sinistra, anche con Rifondazione, che oggi gli ultimi sono i migranti. Però gli ultimi degli ultimi sono i malati. La vera differenza di classe nasce sulla salute, vogliono disfarsi dei malati attraverso gli aborti e magari con il testamento biologico. La cifra dell’umanità è prendersi cura degli altri, e questo lo posso fare soltanto stando a sinistra.

1 marzo 2009
“Il suicidio non è un diritto. E non andrò nell’UDC”
Intervista a Paola Binetti. Laura Eduati – Liberazione

Spina nel fianco di numerosi parlamentari del Partito democratico, la senatrice Paola Binetti è tutto fuorché ambigua. Difende con forza il ddl Calabrò tranne sugli aspetti burocratici e afferma senza tentennamenti che «non esiste il diritto al suicidio». Esiste, invece, l’obbligo alla solidarietà poiché «all’interno della nostra cultura cristiana la vita è un bene individuale ma anche collettivo». (altro…)

Read Full Post »

Ero all’estero, ma questa intervista è piaciuta anche a mia madre, il che mi ha incuriosito.

Nel secondo video, che è postato qui sotto, c’è più spazio al botta e risposta sulla questione etica e sulla libertà di coscienza data ai parlamentari PD, con Franceschini che da una piccola lezione di democrazia e laicità al talebano Fazio, (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: