Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Chesterton’

AVVENIRE – 16 luglio 2010

Il grande ritorno dei classici cristiani

È un’estate molto particolare quella di quest’anno, perché, tra i libri da mettere in valigia, c’è da segnalare un ritorno importante e significativo, quello degli scrittori cristiani, che nell’ultimo decennio sono stati via via ignorati dai grandi gruppi editoriali, nonostante i loro libri abbiano rappresentato tappe fondamentali per la costruzione di un catalogo prestigioso, dimenticati dal dibattito critico, ma non dai lettori, che hanno però sempre amato i loro libri e hanno fatto diventare, ad esempio, Le cronache di Narnia di C.S. Lewis un long-seller di grande attualità.

Ora ritrovano un loro spazio, in tante iniziative editoriali, che fanno presupporre non certo un interesse estemporaneo, ma la volontà di riportare in vita i “classici” della letteratura di ispirazione cristiana. Ed è una riscoperta che trova in G.K. Chesterton, (altro…)

Read Full Post »

5 marzo 2010
Il viaggio interiore del pellegrino Chesterton verso la Chiesa cattolica
di Massimo Donaddio

Chesterton e la Chiesa cattolica. La potremmo definire una storia d’amore, un “romanzo dell’ortodossia” che ha attraversato mente, cuore, penna, ogni fibra dell’essere di questo grande scrittore inglese, amico-rivale di George Bernard Shaw, che ha stupito il suo tempo con l’ironia e con la passione per il paradosso tipica delle genti d’Inghilterra, ma anche con un’adesione fermissima e convinta ai dogmi della Chiesa cattolica romana, tanto da dedicare ai temi della fede la gran parte della sua sterminata produzione letteraria. Un rapporto a fasi alterne, quello tra Chesterton e la Chiesa, sfociato in una conversione, prima al cristianesimo, in seguito alla forma cattolica della fede cristiana (1922). (altro…)

Read Full Post »

I have a lively appreciation for the teaching of the Fathers of the Church, who regarded the forgiveness of sin as a greater miracle than the creation of the universe.  Just how great may be seen in another prominent figure in Polish history who is not so well remembered these days: Hans Frank. Frank was the Nazi gauleiter (territorial governor) of Poland during the German occupation in World War II.

Most Catholics have heard of St. Faustina. It was to her that Jesus entrusted the revelation of Divine Mercy, a form of piety that has done nothing but grow in popularity over the past few decades, especially since it was clearly beloved by her fellow Pole Karol Wojtyla, who went on to become Pope John Paul II and establish Divine Mercy Sunday as a special feast of the Church. (altro…)

Read Full Post »

Armed Manalive

Read Full Post »

The next great heresy is going to be simply an attack on morality; and especially on sexual morality. And it is coming, not from a few Socialists surviving from the Fabian Society, but from the living exultant energy of the rich resolved to enjoy themselves at last, with neither Popery nor Puritanism nor Socialism to hold them back… The roots of the new heresy, God knows, are as deep as nature itself, whose flower is the lust of the flesh and the lust of the eye and the pride of life. I say that the man who cannot see this cannot see the signs of the times; cannot see even the skysigns in the street that are the new sort of signs in heaven. The madness of tomorrow is not in Moscow but much more in Manhattan – but most of what was in Broadway is already in Piccadilly.
[GKC, G. K.’s Weekly, June 19, 1926; quoted in Maycock, The Man Who Was Orthodox, 123]

Read Full Post »

Read Full Post »

Così, quando in silenzio, attraversando Roma in vespa, ripenso al “professor Bachelet”, mi torna sempre in mente una frase di G.K. Chesterton che anche voi forse ricorderete: “L’ innocenza è la sola vera, gloriosa avventura sulla terra, la bontà è la sola cosa veramente romantica dell’esistenza e il solo uomo veramente felice è il santo incallito”. E subito dopo, per sdrammatizzare, e ricordare il suo faccione sorridente e il suo senso dell’umorismo e dell’ironia, grande virtù cristiana, mi ripeto una battuta di madre Teresa che sarebbe piaciuta al professore: “Dai al mondo il meglio di te. Forse sarai preso a pedate. Non importa. Dai al mondo il meglio di te”.
Paolo Giuntella – da PROPOSTA EDUCATIVA 1/05

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: