Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Belgio’

Il Foglio.it › Archivio › La giornata – 7 luglio 2010

Che cosa c’è dietro gli attacchi alla chiesa belga

La chiesa belga oggi affronta non solamente l’odio di moralisti improvvisati, poco probabili e molto interessati, ma anche la sua profonda crisi, le sue immense colpe

Di fronte ai fatti del Belgio, sorge spontanea almeno una domanda. Perché un magistrato sequestra un’intera conferenza episcopale e fa crivellare le tombe di due cardinali morti e sepolti da tempo? Cerca delle prove, combatte veramente la pedofilia, o vuole altro? La domanda non può essere elusa, a meno di non apparire di una ingenuità sovraumana. Perché chi cerca prove, lo fa con intelligenza, discrezione, e, soprattutto, dove pensa sia possibile trovarle. Il magistrato belga riteneva davvero di entrare in possesso di documenti importanti profanando delle tombe? Se ci credessimo, dovremmo anche prestare fede alla mille barzellette francesi sull’intelligenza dei belgi! Più facile immaginare che la messinscena sia stata ritenuta la più adatta a creare un’immenso rumore mediatico. Come ovviamente è avvenuto.

Se dunque l’interesse era fare un gesto eclatante, affinché esplodesse la polemica, se ne desume che dietro l’ “Operazione Chiesa” (nome di per sé già indicativo) non manchi una buona dose di ideologia, e un fine non dichiarato: mettere di nuovo la Chiesa, tutta, anche i suoi morti, sul banco degli imputati, per farne la colpevole per eccellenza; per farne il luogo per antonomasia della pedofilia. E’ quello che vari poteri stanno da tempo cercando di fare. Eppure le cose sono un po’ più complesse, o, se si mettono da parte i pregiudizi, più semplici. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: