Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Andrea Riccardi’

«I cattolici cambino scelte politiche»

Il mondo cattolico ha dato troppo credito a Berlusconi? «Il mondo cattolico ha fatto la Dc; poi, dopo il Concilio, con la Dc ha desolidarizzato. Qualcuno l’ ha votata turandosi il naso, altri hanno seguito il provvidenzialismo del principe rosso liberatore. Dopo l’ 89, il mondo cattolico si è spezzato in tanti frammenti. Il cardinale Ruini ha dato credito all’ ipotesi di Berlusconi. Ma il sistema bipolare non ha garantito la stabilità. A ben vedere, a modo loro erano più stabili i governi democristiani. Mi chiedo se non sia tempo che il mondo cattolico assuma un’ altra posizione, dia il suo contributo di idee nuove in un assetto politico diverso, plurale».

Lei una volta disse che il Partito democratico non è la soluzione. «I due poli non sono la soluzione. E il terzo polo, allo stato, è un cartello elettorale. C’ è molto cammino da fare. Forse è tempo di costruire un centro, ma non solo per aggregazioni. I cattolici sono chiamati a elaborare visioni. A pensare di più. A costruire una nuova idea dell’ Italia, una missione per l’ Europa. Ci sono tante energie nel Paese. È il tono antropologico che va giù, sono l’ uomo e la donna italiani».

Non può essere ancora Berlusconi il leader per rilanciare il Paese? «Chi ha gestito la Seconda Repubblica non può rilanciare il Paese».

Chi allora? Un’ alleanza tra il centro e il Pd? «Non basta discutere di cronaca politica. Un’ alleanza ci può essere, ma non si può partire da lì. Il problema è che ci sia un centro. Non si tratta di far rinascere la Dc, ma di aprire una stagione nuova, con un appello alla gente, per offrirle non solo sacrifici, anche prospettiva e respiro. Serve una legge elettorale diversa da questa, che non esprime la geografia profonda della realtà italiana e manda in Parlamento i nominati dai leader. Credo che al mondo ci sia un posto per l’ Italia. Noi abbiamo un genio, una funzione. E abbiamo dei punti di riferimento: Napolitano, la Chiesa. Il mondo cattolico ha un vissuto e risorse per aiutare a costruire un’ identità nazionale e laica, non in contrasto con l’ essere cristiani. E mi chiedo se dal mondo cattolico non possa venire qualcosa di intelligente, di politicamente originale».

Read Full Post »

Gal 5, 13 – 15.
“Che la libertà non divenga un pretesto per vivere secondo la carne, ma mediante la carità siate a servizio gli uni degli altri. Tutta la legge infatti trova la sua pienezza in un solo precetto: amerai il prossimo tuo come te stesso. Ma se vi mordete e divorate a vicenda, guardate almeno di non distruggervi del tutto gli uni gli altri!”

Il commento di Mons. Camillo Ruinipope-385_491121a

Il commento di Andrea Riccardi  
Il commento di Enzo Bianchi 
Il commento di Alberto Melloni

Il commento di Pietro DeMarco

Il commento di Gianni Baget Bozzo

Il testo integrale:
Cari Confratelli nel ministero episcopale!

La remissione della scomunica ai quattro Vescovi, consacrati nell’anno 1988 dall’Arcivescovo Lefebvre senza mandato della Santa Sede, per molteplici ragioni ha suscitato all’interno e fuori della Chiesa Cattolica una discussione di una tale veemenza quale da molto tempo non si era più sperimentata. (altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: